Eventi
sab 30 apr 2016
10 anni ..... e sembra ieri!

Dieci anni sono passati da quando Sandro Baratto ci ha lasciato … troppo presto e con un grande eredità da portare avanti.
Ma chi era Sandro Baratto? Sandro era sicuramente la persona che molti avrebbero voluto avere come compagno di squadra, come allenatore o come dirigente per la sua passione, per il suo saper essere presente in ogni occasione, per la sua disponibilità verso chiunque chiedesse un parere, un consiglio o semplicemente un aiuto per realizzare un evento sempre con il suo sorriso sulle labbra. Sandro ha percorso un po’ tutte le tappe nel mondo della pallavolo trentina….. dapprima nell’INVICTA degli anni ’70, non solo come giocatore ma anche in qualità di dirigente, per poi proseguire negli anni ’80 fondando l’Argentario Cognola assieme all’amico Remo Tomasi. Proprio in quegli anni comincia anche la sua avventura come allenatore nelle giovanili e dirigente nelle categorie superiori. Fa parte anche del Comitato provinciale e regionale FIPAV e assieme all'amico Marco Frisinghelli fonda nel 1987 la PROMOVOLLEY. A quel tempo in trentino non esisteva la pallavolo di alto livello e quindi i due amici, accumunati dalla forte passione per questo sport, danno vita a numerose manifestazioni di altissimo livello. Ed è così che prendono il via manifestazioni come il CITTA’ DI TRENTO, quest’anno giunta alla 30° edizione, che ha portato a Trento squadre come la PANINI MODENA, più volte la SISLEY, la MEDIOLANUM, le formazioni straniere del Vojvodina, CSKA Mosca, Brasile e tante altre. Ma la passione di Sandro era rivolta soprattutto ai giovani e così fonda alla fine degli anni ’80 la prima “Scuola di Pallavolo” dedicata ai più piccoli, bambini e bambine dai 6 ai 10 anni. Con lungimiranza dà vita ad attività che saranno seguite da migliaia di ragazzini negli anni successivi e proposte in seguito anche da altre società sul territorio. Innumerevoli sono poi gli eventi che riesce a realizzare sempre con l’aiuto e la collaborazione di Marco e del direttivo di Promovolley quali: finali nazionali di Minivolley TROFEO TOPOLINO, finali nazionali giovanili, Boy Leauge, presenza della nazionale italiana con alla guida Julio Velasco alla sua prima uscita ufficiale. Ma quelle più “care” a Sandro erano sicuramente le iniziative rivolte ai più giovani. Nel 2000 crea il primo settore giovanile della neo promossa Itas Diatec Trentino in serie A, chiamato da Massimo Dalfovo l’allora DS della società, e assieme a Nazareno Ambrosi costruisce la prima under 17 che vincerà poi il campionato regionale della categoria. Nel 2003 non soddisfatto promuove il settore giovanile maschile della Promovolley partendo con un gruppetto di ragazzini annate 1991-1992 fra cui anche alcuni atleti che raggiungeranno grandi obiettivi: Sebastiano Thei (serie A con Trentino Volley), Tiziano Andreatta e Michele Baratto (campioni italiani under 17-19-21 di beach volley) e numerosi altri ragazzi che si sono appassionati al mondo del volley come giocatori, arbitri, segnapunti e allenatori. In pochi anni ha dato vita ad appuntamenti ancora adesso apprezzatissimi come il Camp estivo al mare per i ragazzi delle Under, il “Città di Trento” per i bambini delle scuole elementari, la festa di Natale per tutti i nostri atleti e tante altre. Scomparso nel 2006 ci ha lasciato una grossa eredità da portare avanti come direttivo e da ormai dieci anni l’intero staff cerca di proseguire con le stesse motivazioni ed entusiasmo nell’opera di promozione della pallavolo.
Grazie Sandro!

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.
Galleria