Eventi
dom 6 mar 2016
"Marchio di Qualità" riconoscimenti a 7 società trentine

Bello….proprio bello ed interessante l’incontro che questa mattina ha promosso il Comitato FIPAV di Trento, presso la sala Rusconi, rivolto ai Presidenti e dirigenti delle società trentine. Come relatori Rodolfo Giovenzana, per tutti i pallavolisti “Giobbe”, e Andrea Nannini….due pilastri della pallavolo italiana prima come giocatori della Panini e della nazionale, poi allenatori di altissimo livello ed ora dirigenti fondatori della Scuola di pallavolo Anderlini a Modena. Ma la cosa bella è che non si è parlato di tecnica, di giocatori, di palestre ma di OBIETTIVI e di ETICA societaria. Di quanto al giorno di oggi la differenza la faccia la MISSION di una società, gli obiettivi etici che i dirigenti e gli allenatori si prefiggono e quanto sia fondamentale aiutare i ragazzi, che arrivano nelle nostre società, a realizzare se stessi attraverso il SOGNO della pallavolo. Certo non ci si deve dimenticare di perseguire i risultati ma questi non dovranno essere che il risultato di ciò che si è creato …un ambiente sano, piacevole all’interno del quale tutti i partecipanti abbiano avuto la possibilità di realizzarsi al massimo delle proprie capacità.
Bello, avevamo detto, anche perché noi di Promovolley ci ritroviamo appieno nelle considerazioni esposte tant’è vero che queste sono le fondamenta su cui è nata la nostra società quasi 30 anni fa’ e che cerchiamo di portare avanti ancora oggi.
E non è finita qua…. perché l’incontro è stata anche l’occasione per la consegna alle 7 società trentine del MARCHIO DI QUALITA’ che la FIPAV nazionale assegna ogni due anni alle realtà che ritiene più meritevoli, a livello italiano, in base a criteri molto rigidi.
Doppia soddisfazione per Promovolley che, oltre a vedersi consegnare il premio dai “mostri sacri” della storia del volley, può vantare l’orgoglio di aver ricevuto l’ambito riconoscimento ininterrottamente dal momento della sua istituzione nel 2006 tenendo conto di essere una società che lavora solo nel settore giovanile e, doppiamente impegnativo, in particolare in quello maschile.
Complimenti quindi a tutti coloro che hanno contribuito ad ottenere tale riconoscimento … e parto dai ragazzi che appassionatamente vengono alle lezioni di minivolley, agli allenamenti e alle partite, ai genitori che hanno scelto la nostra società e condiviso i nostri obiettivi, agli allenatori e istruttori, al Presidente e ai dirigenti, agli insegnanti che collaborano alla realizzazione dei progetti nelle scuole, alle feste del minivolley e ai tornei giovanili, a tutti gli SPONSOR che ci supportano anche economicamente aiutandoci in tutti questi anni a realizzare il grande sogno di tanti ragazzini e ragazzine.

Paola Comai

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,188 sec.
Galleria